Artículos

Morane-Saulnier M.S.408

Morane-Saulnier M.S.408



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Morane-Saulnier M.S.408

El Morane-Saulnier M.S.408 era una versión de un solo asiento del avión de entrenamiento M.S.430 que fue evaluado por el Armee de l'Air, pero que no fue aceptado para el servicio. El M.S.430 era un monoplano de ala baja de dos asientos basado en el caza monoplaza M.S.405. Tenía un fuselaje extendido que creaba espacio para un segundo tripulante y usaba un motor radial en lugar del motor en línea del caza. Un solo prototipo fue fluido el 3 de marzo de 1937, y el trabajo en la versión de dos asientos continuó en 1939. El diseño también se evaluó en una configuración de un solo asiento, y esta versión recibió la designación M.S.408. Una vez más, no fue aceptado para el servicio.


Pesawat tempur malam

Pesawat tempur malam (juga dikenal sebagai pesawat tempur segala cuaca atau pesawat pencegat segala cuaca pada Perang Dunia II & # 911 & # 93) adalah jenis pesawat tempur yang disesuaikan agar dapat digunakan pada malam hari atau pada saat visibilitas sedang buruk-buruknya. Pesawat tempur malam mulai digunakan dalam Perang Dunia I.

Selama Perang Dunia II, pesawat tempur malam berupa desain pesawat tempur malam yang dibuat khusus atau lebih umum, pesawat tempur berat atau pembom ringan yang diadaptasi untuk peran ini, sering kali menggunakan radar atau sistem lain lain untuk khusus atau lebih umum. Banyak pesawat tempur malam Perang Dunia II juga memasukkan sistem pendaratan instrumen untuk pendaratan di malam hari, karena menyalakan lampu landasan membuat landasan pacu menjadi sasaran empuk bagi pesawat pengganggu. Beberapa percobaan menguji penggunaan pesawat tempur siang pada misi malam hari, tetapi ini cenderung bekerja hanya dalam keadaan yang sangat menguntungkan dan tidak banyak yang berhasil.

Sistem avionik diperkecil dari waktu ke waktu, yang memungkinkan penambahan altímetro radar, radar pengikut medan, sistem pendaratan instrumen yang ditingkatkan, sistem pendaratan gelombang mikro, radar cuaca Doppler, penerima LORAN, GENSE, Tigasi in Gersiam, di nav . Penambahan peralatan pendaratan dan navigasi yang sangat ditingkatkan dan dikombinasikan dengan radar menyebabkan penggunaan istilah pesawat tempur semua cuaca atau pesawat serang cuaca, tergantung pada kemampuan pesawat. Penggunaan istilah pesawat tempur malam secara bertahap memudar sebagai hasil dari semua perbaikan ini, membuat sebagian besar pesawat tempur mampu beroperasi di malam hari.


Indice

Sviluppo Modifica

L'MS.406, il più conosciuto della serie, nasce da una specifica richiesta del Service technical de l'aéronautique effettuata nel 1934 con la quale richiedeva la presentazione di un prototipo di aereo da caccia di concezione moderna, al quale venne assegnata la provvisoria denominazione C1, un monoplano dotato di carrello d'atterraggio completamente retrattile, destinato a integrare e progressivamente sostituire i caccia allora in dotazione all'Armée de l'air. Alla richiesta la Morane-Saulnier rispose con il suo MS.405.

MS.405 Modifica

L'MS.405, prototipo capostipite di una serie di caccia, venne progettato e realizzato tra il 1934 e il 1935. Era un monoplano caratterizzato da una corta fusoliera a costruzione wrong, en tubi saldati en duralluminio sovrapposti da pannelli di un materialle misto formato da legno e metallo, il plymax, che consisteva nell'unione di sottili fogli di duralluminio integrati nei pannelli di compensato. L'ala bassa montata a sbalzo integrava, come da specifiche richieste, il carrello d'atterraggio anteriore completamente retrattile integrato posteriormente da un ruotino d'appoggio. Posteriormente la fusoliera terminava in una tradizionale coda a impennaggio monoderiva.

Per la propulsione era stata scelta l'ultima evoluzione disponibile dei motori aeronautici 12 cilindri a V della francospagnola Hispano-Suiza, l'Hispano-Suiza 12Y-grs da 860 CV (640 kW), abbinato a un'elica Chauvière a doppio passo. In questa configurazione il prototipo volò per la prima volta l'8 agosto 1935.

L'esperienza della Morane-Saulnier nella costruzione di aerei da combattimento risaliva ormai alla prima guerra mondiale, alla fine della quale l'azienda si era concentrata solo su progettazioni a uso civile, così che l'MS.405 risultava essere il primo aereo da caccia progettato dall'azienda francese da oltre vent'anni, il primo che avesse in assoluto una simile configurazione alare, un abitacolo chiuso e un carrello retrattile. Precedentemente i modelli di concezione più moderna che avevano progettato e prodotto erano con ala alta a parasole e carrello fisso.

Probabilmente anche per questo motivo lo sviluppo del nuovo caccia proseguì con estrema lentezza tanto che un secondo prototipo, dotato della più potente versione 12Y-crs da 900 CV (670 kW), non fu pronta per il volo prima del 20 gennaio 1937, più di un anno e mezzo più tardi. Con il nuovo motore le prestazioni migliorarono arrivando alla velocità massima di 481 km / h, abbastanza veloce da garantirgli un ordine di 16 nuovi esemplari di pre-produzione aggiornati all'ultima specifica.

MS.406 Modifica

Al risultato di questi ultimi cambiamenti fu assegnata la nuova denominazione MS.406. Esso si differenziava dal precedente per due principali caratteristiche: un'ala dal peso ridotto e un radiatore retrattile posizionato sotto la fusoliera. Il motore era una nuova evoluzione più potente del precedente V12 Hispano-Suiza, il 12Y-31 da 860 CV (640 kW) che abbinato alle migliorie costruttive facevano guadagnare 8 km / h in velocità massima rispetto all'MS.405, permettendogli di raggiungere i 489 km / h. L'armamento consisteva in un cannone Hispano-Suiza HS.9 da 20 mm, o in alternativa un HS.404 semper da 20 mm, dotato di caricatore da 60 colpi e montato per sparare attractverso il mozzo dell'elica, e due mitragliatrici MAC 1934 da 7,5 mm, una per ogni semiala, dotate di caricatori da 300 colpi. Le MAC 1934, pur essendo delle ottime mitragliatrici aeronautiche, tendevano a bloccarsi per il gelo oltre i 6 000 m di quota, inconveniente sucesivamente risolto adottando un apposito impianto di riscaldamento nelle ali.

MS.410 Modifica

Nel 1939, mentre l'MS.406 entrava in servizio attivo, venne pianificato un lavoro di sviluppo del progetto originale. Le migliorie si concentrarono sull'ala, sostituita con una di più robusta fabbricazione, sull'adozione di un più semplice radiatore fisso in luogo di quello retrattile, sull'armamento alare, passato da 2 cartucciere a tamburo a 4 caricatori a nastro, e infine dall'adozione di un diverso collettore di scarico che aumentarono l'efficienza del motore e che consentirono all'MS.410 di raggiungere i 509 km / h, con un incremento di 20 km / h rispetto al predecessore.

La produzione ebbe inizio poco prima della caduta della Francia, causando l'arresto della produzione dopo essere riusciti a completare solo 5 esemplari. Sucesivamente, la produzione riprese sotto il controllo tedesco effettuando la conversione dei precedenti MS.406 al nuovo standard, ma su molti di questi venne limitata alla sola sostituzione alare.

MS.411, MS.412 Modifica

Venne realizzata una nuova evoluzione partendo dal dodicesimo esemplare di pre-produzione al quale venne applyta l'ala dell'MS.406 ed una versione più potente del motore Hispano-Suiza, il 12Y-45 da 1 000 CV (735 kW). A questa versione, a cui venne data la denominazione MS.411, ne seguì un'altra, la MS.412, alla quale venne Applicato il più potente 12Y-51 da 1050 CV (772 kW) ma che non riuscì a essere completata entro la fine del conflitto.

MS.450 Modifica

Nel 1939, furono disponibili i prototipi dell'ultima evoluzione di motori della serie 12 cilindri a V dell'azienda francospagnola, l'Hispano-Suiza 12Z da 1300 CV (956 kW), utilizzato dalla Morane-Saulnier su una cellula modificata di un MS.410 e che grazie a questo assunse la nuova denominazione MS.450. Così motorizzato, l'MS.450 ebbe un notevole incremento nelle prestazioni, specialmente ad alta quota, questo grazie all'adozione nel nuovo motore di un compressore monostadio. Tuttavia il motore non entrò in produzione prima della resa della France ai tedeschi, i quali ritennero più proficuo utilizzarlo nei pari ruolo Dewoitine D.523 / D.551, evoluti nello stesso modo dal precedente Dewoitine D.520, giudicati migliori dell'MS. 450.

Altre varianti Modifica

La struttura di base dell'MS.406 fu usata per la realizzazione di altri progetti.

Illinois Morane-Saulnier MS.430 era un biposto da addestramento che adottava una cabina di pilotaggio maggiorata in tándem ed era spinta da un motore radiale Salmson 9Ag da 390 CV (287 kW) abbinato a un'elica bipala.

Illinois Morane-Saulnier MS.435 era uno sviluppo dell'MS.430 dotato del più potente radiale Gnome-Rhône 9K da 550 CV (405 kW).

Varianti svizzere Modifica

D-3800 Modifica

Nel 1938, la Svizzera adquisì l'autorizzazione per produrre localmente l'MS.406 al quale venne fornita la nuova denominazione D-3800. La Morane-Saulnier approntò due degli esemplari di preproduzione MS.405, modificati con l'ala e il motore 12Y-31 da 860 CV (640 kW) adottati dall'MS.406, che per l'occasione ridenominò MS.406H. In questa configurazione inviò i due esemplari alla fine del 1938 e all'inizio del 1939. [3] [4]

La preproduzione iniziò con un lotto di 8 esemplari dall'EKW che adottarono motori costruiti dalla Saurer accoppiati a una nueva elica Esher-Wyss EW-V3 a passo variabile. La strumentazione venne rimpiazzata da una di produzione locale, così come i caricatori delle MAC 43 passati dal system a tamburo a quello a nastro eliminando così i rigonfiamenti sull'ala della versione francese. A questi venne fatto seguire un ordine di altri 74 esemplari consegnati tutti entro l'agosto 1940. Successivamente, nel 1942, ne vennero assemblati altri due esemplari utilizzando pezzi di ricambio originaria destinati alla manutenzione della produzione originale. [5]

Durante el 1943, debido a esemplari originali vennero modificati sostituendo gli originali impianti idraulici e di raffreddamento con quelli di produzione locale e adottando un nuovo tipo di collettori di scarico per il motore. Queste modifiche li portarono allo stesso standard dei D-3800 di serie, rendendoli identici con la sola eccezione dell'originale motore Hispano-Suiza. Dopo il 1945 gli esemplari ancora operativi vennero utilizzati come addestratori fino alla loro radiazione nel 1954.

D-3801 Modifica

La Svizzera ricevette anche l'unico esemplare dell'MS.412 semicompleto il quale venne terminato con la strumentazione, elica ed armamenti standard dei D-3800. In questa configurazione ne venne avviata la produzione nel 1941 con la denominazione D-3801 conclusa nel 1945 dopo la realizzazione di 207 esemplari, successivamente integrati, tra il 1947 ed il 1948, con altri 17 esemplari assemblati utilizzando pezzi di ricambio. Il D-3801 rimase in servizio come addestratore e aereo da traino fino al 1959.

Dai D-3800 e D-3801 verrà en seguito sviluppato il Doflug D-3802.

Varianti finlandesi Modifica

Mörkö-Morane MS.406 Modifica

I Mörkö-Morane MS.406 erano il risultato di una conversione, operata in Finlandia, utilizzando le cellule originali ed equipaggiandole con i motori di produzione sovietica Klimov M-105P abbinati all'elica VTSh-61P. Questi furono disponibili dopo essere stati catturati dalle armate della Wehrmacht durante l'avanzata sul fronte orientale ed erano stati offerti ai finlandesi per la loro compatibilità con gli MS.406, in quanto l'M-105 era uno sviluppo sovietico dell'Hispano-Suiza 12Y con cui erano motorizzati en origine. [6]

Yo modelli, citati anche ven Morane-Saulnier Mörkö [7], sono noti più diffusamente con il soprannome LaGG-Morane en quanto gli M-105 secuestro erano destinati a equipaggiare i caccia sovietici Lavochkin Gorbunov Gudkov LaGG-3.